CasaLina

15/Dic/2018
DSC0013-1-1280x854.jpg

 

Grandi novità per questa estate!

Il nostro giardino vi aspetta con piscina, gazebo, lettini, ombrelloni, casetta, barbecue e tanto verde per rilassarvi, fare una nuotata e godere dell’incanto della nostra bella Toscana.

A partire dal primo giugno, tempo permettendo, la piscina sarà a disposizione dei nostri graditi ospiti.

 

15/Dic/2018
madonnina.jpg

  • Prediligete strutture ricettive non troppo vicine alle grandi città.

Le grandi città sono prese d’assalto dai turisti, per questo il prezzo di mercato lievita, ma non corrisponde proprio alla qualità dei servizi. Le strutture sono perlopiù antiche dimore, questo significa bellissime locations, ma non è detto che il bagno funzioni sempre bene! Questo non sarebbe un grosso problema se i proprietari fossero premurosi ed attenti con la clientela, ma su questo non mi sento di mettere la mano sul fuoco.

  • Chiama direttamente le strutture senza passare da i maggiori canali (Booking, Airbnb, ecc.).

Puoi fare una ricerca tramite tramite i canali convenzionali, poi cerca di trovare il contatto diretto della struttura che desideri. Un metodo semplice ed efficiente è accedere a Booking, completare il  profilo con il numero di cellulare e verificare di avere Whatsapp installato sul nostro dispositivo. Se la struttura permette a Booking la cancellazione gratuita fai la prenotazione con Booking e cancella immediatamente. Booking notifica al proprietario la prenotazione con tutti i tuoi dati compreso il cellulare e dopo notifica la cancellazione. Molto probabilmente il proprietario della struttura vi contatterà con garbo per sapere i motivi della cancellazione e vi proporrà un’offerta diretta. Generalmente si risparmia dal 15% al 40% rispetto a prezzo di Booking. Quasi sempre il pagamento è richiesto in contanti all’arrivo, solo in alcuni casi viene richiesto un anticipo o  la carta di credito. Non temete il problema della lingua, quasi tutti i proprietari conoscono l’inglese, altrimenti i messaggi su Whatsapp sono facilmente traducibili con le varie app in circolazione Google Translator (Android) oppure iTranslate (iOs).

  • Noleggia un’auto.

La formula treno/bus può sembrare la forma più economica, ma è da tenere conto che vicino alle stazioni ci sono i ristoranti e gli esercizi più costosi. A parte i fast food (e non credo siano la vostra prima scelta se volete venire in Italia), i bar e le pizzerie di quella zona sono più cari anche del 100%. Venire in Italia e non mangiare italiano non mi sembra un bunoa scelta. Avere un’auto invece vi dà molte più alternative, potete raggiungere molti più ristoranti, pizzerie, bar, panetterie di livello eccellente a prezzi decisamente più bassi. In sostanza si tratta di vivere come un vero italiano. I proprietari delle strutture saranno ben felici di darvi maggiori indicazioni sugli esercizi migliori, dal rapporto qualità/prezzo imbattibile.

  • Guardare oltre le foto.

Scorci emozionanti, terrazze affacciate fu panorami da sogno? Siete sicuri che volete proprio questo? I fotografi sono bravi a trasformare una realtà ordinaria in uno spettacolo della natura… sono fotografa anch’io e ci provo più che posso. Le foto pubblicitarie sono fatte in condizioni ottimali per ottenere un determinato risultato e allo scopo di ottenere un impatto super-positivo nell’utente. Scatenare emozioni travolgenti che ispirino la voglia di voler visitare quel dato luogo è l’aspetto primario. Purtroppo sta alla vostra sensibilità se credere ciecamente alle immagini o approfondire l’indagine. Una visita allo Street View di Google può essere illuminante. Si può anche cercate di trovare foto della stessa struttura che non siano deviate da interesse economico. Valutare le distanze dalla struttura alle città che volete visitare, ma anche ai principali negozi, bar, ristoranti. Anche le recensioni dei precedenti ospiti sono fondamentali, ma ricordate che ogni persona ha i propri gusti e il proprio modo di esprimerli. Dal mio punto di vista, una recensione negativa non rimedia una vacanza. Se possibile bisogna sempre cercare di conciliare tra le parti. La recensione negativa è da mettere in atto solo come ultima facoltà, se il proprietario appare assente e recidivo a risolvere i problemi del cliente.