Come andarci

chianti_3-1.jpeg

Vi ho mai parlato di Siena? Forse no, perché qui nel pisano che confina con il fiorentino siamo un po’ invidiosi di tanta bellezza. Già in epoca rinascimentale Firenze faticava a stare al passo con siena.

E allora facciamolo!

Percorso

In base alla mia esperienza e alle mie preferenze ho creato un anello di 5 ore, dove bisognerà fare massima attenzione alla velocità, agli autovelox e forse anche agli animali che attraversano la strada.

Non dimenticate mai una bottiglia d’acqua, qualche snack ed un cappellino (para il sole e la pioggia).

Non ci sono autostrade, ma solo strade regionali. Qui il tempo si è fermato al secolo scorso, quindi anche il wifi ne risentirà un po’ in alcuni tratti. Natura allo stato puro condita con decine di chiese e monumenti, che a dispetti dei santi se ne stanno ancora lì mentre i ponti costruiti 50 anni fa crollano come ghiaccio che si scioglie a primavera.

Un percorso lungo, ma con varie soste che vi faranno ammirare i migliori luoghi della vera Toscana.

Dopo solo un’ora di viaggio, vi troverete a San Gimignano. Non c’è un ospite di CasaLina che non l’abbia visitata. Un paese da fiaba medievale.

Breve passeggiata nel centro, colazione in uno dei tanti bar, e di nuovo si riparte per un’altra meta.

In meno di un’ora ecco a voi l’imponente Siena. Qui è stato detto tutto ed il contrario di tutto, io vi dirò solo attenzione ai caffè di Piazza del Campo se non volete ritrovarvi a pagare un conto troppo salato.

A pranzo meglio puntare su un agriturismo fuori porta, cibo ottimo, vini eccellenti e conti ragionevoli, magari lungo la via per l’Abbazia di San Galgano, luogo mistico per alcuni con una chiesa dove il tetto è crollato e nelle cui vicinanze si trova un edificio dove viene custodita un’affascinante reliquia, quella che si pensa possa essere stata la famosa spada nella roccia. Qui siamo proprio all’estremo del nostro viaggio, quindi non vi stupirete se intorno a voi non vedrete altro che colline e paesaggi naturalistici, panorami da cartolina che finora avrete visto solo nelle pubblicità della Toscana. Ecco sono qui. Credo che sia valsa la pena di arrivare fin qui per vedere cos’è la vera Toscana, una terra emersa dopo l’ultima glaciazione che nelle sue colline basse e arrotondate ancora ricorda le onde del mare.

Ultima tappa obbligata Volterra. Impossibile saltarla, sarebbe un sacrilegio. Come San Gimignano anche Volterra è un gioiellino di architettura. Io stessa che abito qui e sono oramai abituata al mio territorio, mi stupisco ancora e provo un’emozione enorme nel vedere tanta bellezza. Volterra è famosa per il suo alabastro. Anche se in valigia peserà un pochino, di sicuro non potrete resistere a portavene via un po’.

E’ stata una giornata faticosa e forse vi ho fatto correre un po’ troppo. In effetti un giorno solo è un po’ poco per poter visitare tutti questi luoghi, ma ne sarà valsa la pena.

Mentre con calma ritornerete verso casa, vi consiglio di scegliere un ristorante per cena. Non c’è niente di meglio che una cena in uno dei tanti ristoranti di San Miniato. Uno qualsiasi andrà bene, sono tutti ottimi. Consiglio di provare il tartufo specialità della zona, un po’ costoso, ma un assaggio è doveroso.

Una giornata davvero piena che di sicuro vi rimarrà nel cuore e potrete dire di avere conosciuto la vera Toscana.

10411163_789417914451579_8301436415667239183_n-1.jpg

Una delle mete più ambite degli ospiti di CasaLina & CasAlfredo è la Riviera di Levante della Liguria, qui in provincia di La Spezia sorgono serie di borghi che dal 1997 sono stati inseriti tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Porto Venere, insieme alle isole Palmaria, Tino, Tinetto e alle Cinque Terre (da ovest verso est: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola, Riomaggiore) meritano di sicuro una visita.

In meno di 90 minuti di automobile si può godere di un paesaggio fiabesco, irreale, fatto di acque cristalline, spiagge incontaminate, sentieri naturalistici meravigliosi, clima stupendo, arte, cultura e cibo ai massimi livelli. Ricordiamoci però che in quanto borghi monumentali la nostra presenza non deve avere per loro troppo impatto ambientale. Queste terre vivono in un fragile equilibrio che non può essere sconvolto dalla frenesia della vita moderna. Per questo chi arriverà in automobile dovrà di sicuro scontrarsi con il problema dei parcheggi, spesso affollati, lontani dal centro e abbastanza costosi. Alcuni paesi si sono organizzati con parcheggi molto esterni rispetto al centro, ma ben collegati grazie a bus-navetta molto frequenti ed economiche. Per maggiori dettagli Vi consigliamo di visitare il sito http://www.cinqueterre.eu.com/it/parcheggi-cinque-terre

Il treno è un’allettante alternativa. Trenitalia propone 5 Terre Express. A parole tutto molto bello, nella realtà ci si ritrova a fare un viaggio da incubo, fatto di ritardi, folla, oltre a constatare che in passato l’Italia ha costruito tunnel e stazioni senza rispetto dell’ambiente circostante e senza mai apportare miglioramenti significativi alle strutture. C’è a chi piace dire che questo è tutto molto pittoresco in Italia, io non sono d’accordo. I voglio che i miei ospiti abbiano un fantastico ricordo dell’Italia.

Il mio consiglio per passare una giornata stupenda senza stress è affidarsi alle gite in battello organizzate dal Consorzio Marittimo Turistico Cinque Terre Golfo dei Poeti. In genere io suggerisco di raggiungere il Pontile di Marina di Massa https://goo.gl/maps/2dhBZGiWacL2 con meno di un’ora di automobile. Conviene parcheggiare in Via Zolezzi vicino alla chiesa per il parcheggio è gratuito e abbastanza vicino al luogo d’imbarco https://goo.gl/maps/NjUy72uKhfC2.

Potrete consultare altre informazioni utili, orari e tariffe al seguente link http://www.navigazionegolfodeipoeti.it/en/timetables-and-rates.html 

Il battello è di sicuro il mezzo più comodo e suggestivo per visitare quest’area. Un bagaglio leggero, una macchina fotografica poco ingombrante, un telo mare e a crema solare nella bella stagione ed il gioco è fatto. Durante il viaggio si possono ammirare scorci inediti e spesso in estate le navi accostano in calette meravigliose dove si può fare il bagno. All’arrivo nei borghi ci si ritrova subito nel piccolo porto del centro storico e senza problemi di parcheggio si può facilmente visitare a piedi la zona, provare uno dei tanti ristoranti assaggiando le tipiche trofie al pesto oppure puntare sulle panetterie che propongono la tipica focaccia ligure nota per la sua morbidezza deliziosa, un impasto soffice che se ci penso parto adesso! Vi innamorerete di questo posto, non a caso nel secolo scorso era la tipica meta dei viaggi di nozze dei nostri nonni e uno dei sentieri più famosi si chiama la Via dell’Amore. Sono sentimenti che non si riescono a spiegare, forse per questo Lord Byron era assiduo frequentatore di queste zone, il famoso poeta traeva grande ispirazione dalla passione trasmessa da questa natura selvaggia, incontaminata e anche un po’ severa con i suoi abitanti. Qui dove le montagne si tuffano in mare, i sentieri naturalistici sono perlopiù adatti a persone attrezzate ed esperte in trekking. Chi vuole avvicinarsi a questo tipo di turismo mette a dura prova le sue abilità, ma ne trae anche grande soddisfazione. I sentieri ti possono portare nei luoghi più nascosti e puri del Parco delle Cinque Terre. In estate si moltiplicano le attività, il mare è calmo e pulito e diventa profondo solo dopo 3 metri dalla riva, quindi adatto a tutte le età e tutti i livelli di abilità come nuotatori. Anche in primavera, se partite per le Cinque Terre, non dimenticate di mettere il vostro costume sotto i vestiti, perché la tintarella è assicurata.

Insomma alle Cinque Terre ce n’è per tutti i gusti e non è impossibile farci un giro dalla mattina alla sera anche con bambini. Basta programmare bene il proprio viaggio, valutare bene la difficoltà dei i percorsi e lasciarsi coinvolgere dalla magica atmosfera che qui si respira.

florence-1280x853.jpg

Firenze è una tappa obbligata per coloro che visitano la Toscana. Gli unici ospiti che non vanno a Firenze sono quelli che ci sono già stati e qualche volta ci vanno lo stesso…. Firenze è sempre meravigliosa, io dico sempre che si tratta di un museo a cielo aperto, ma è anche una città molto difficile per quanto riguarda il traffico. Il modo migliore per raggiungere Firenze da CasaLina & CasAlfredo è in auto perché non si hanno limiti di tempo e si molto più indipendenti. Il treno potrebbe sembrare una buona alternativa, ma il biglietto è abbastanza costoso, i treni sono spesso in ritardo e la stazione ferroviaria più vicina è a 10 km.

Tutti i nostri ospiti concordano sul fatto che CasaLina & CasAlfredo sono ben collegati alla strada di grande comunicazione toscana FI-PI-LI (FIRENZE-PISA-LIVORNO). L’entrata della Superstrada è a 3 minuti e da lì potete raggiungere Firenze in 30 minuti.

Quando si avvicina a Firenze, si hanno due scelte:

Parcheggio in città: ci sono diversi parcheggi e garage, ma sono tutti molto costosi.

Parcheggio in periferia: il nostro suggerimento è quello di lasciare la FI-PI-LI uscendo a Firenze, quindi seguire la direzione PRATO / PISTOIA e MEDIAWORLD PONTE A GREVE. Là si trova un grande parcheggio gratuito vicino ad un grande centro commerciale. Questo parcheggio non è custodito, ma è abbastanza sicuro e utile. Molto vicino al parcheggio troverete la stazione TRAMVIA chiamata Nenni-Torregalli. Il biglietto del tram è economico e facile da acquistare. Il biglietto di andata e ritorno per Firenze è solo Euro 1,20 (i bambini meno 1 metro non pagano) e consente di raggiungere il cuore della città in 5 minuti (fermata Alemanni-Stazione) attraversando luoghi incantevoli.

Per semplificare la mia spiegazione, aggiungete il seguente link al Vostro dispositivo e lasciate che Google Vi mostri la strada.

https://www.google.it/maps/dir/MediaWorld,+Viuzzo+delle+Case+Nuove,+9%2F12,+Centro+Ponte+a+Greve,+50018+Firenze+FI/CasAlfredo,+Via ! + di + Poggio Adorno +, + 9, + 56029 + Cerri + PI / @ 43.7524165,10.8596744,11z / dati = 3M1 4b1 4m13 4m12 1M5 1M1 1s0x132a50d06af8350b:!!!!!!!!! 0x5662e255e01fc799 2m2 1d11.1967581 2d43 .7656829 1M5 1M1 1s0x132a707e89886119:!!!!!! 0xa373193abc9a910e 2m2 1d10.757629 2d43.736442

Qui di seguito è riportato il link dove è possibile trovare le mappe e ulteriori dettagli del tram.

http://mobilita.comune.fi.it/tramvia/sistema_tramviario/linea1.html